Esistono norme e regolamenti minuziosamente dettagliati per quanto riguarda il trasporto di merci pericolose. Ci sono delle distinzioni regolamentari stilate in base alla tipologia di materiale trasportato e ai mezzi di trasporto che vengono utilizzati. Parlando di norme e regole per il trasporto, la diretta conseguenza è spiegare cos’è l’ADR
L’ADR è l’accordo internazionale pattuito per regolamentare il trasporto su strada di merci pericolose. Il testo viene aggiornato ogni 2 anni e originariamente è stato siglato a Ginevra, nel  1957. Parlando di alcune delle voci chiave dell’accordo possiamo notare che;  ogni soggetto coinvolto nel trasferimento di merci pericolose ha dei doveri molto specifici, ad esempio il mittente, che provvede alla classificazione delle merci, alla scelta degli imballaggi idonei alle caratteristiche di pericolosità, è obbligato a fornire al trasportatore tutti i documenti per effettuare il trasporto a regola d’arte e in sicurezza. Ad esempio tra i documenti necessari per il trasporto stradale in Europa che lo speditore deve fornire, sono le "istruzioni scritte", redatte in tutte le lingue delle nazioni attraversate e in quelle parlate dai conducenti, riportanti le istruzioni da seguire in caso di incidente stradale.
Il mezzo di trasporto, prima di essere autorizzato al carico di merci pericolose, deve essere attrezzato specificatamente per le classi di materiali, destinato ad ospitare attrezzature evidentemente diverse a seconda del tipo di pericolosità. Ad esempio, saranno obbligatoriamente a bordo estintori specializzati per le merci infiammabili oppure ci saranno adeguate aperture di aerazione nel caso di merci allo stato gassoso. A tal fine l’accordo ADR prevede l’applicazione, a seconda della modalità di trasporto, sulla parte anteriore e posteriore ed eventualmente sui lati degli autocarri o dei carri ferroviari, dei pannelli e delle etichette di pericolo: i primi, di colore arancione e di forma rettangolare, le seconde a forma di quadrato posto sulla punta.
Il trasportatore alla guida di un veicolo su cui è caricata merce pericolosa deve essere in possesso, in generale, oltre che della normale Patente di guida, del Certificato di Formazione Professionale A.D.R., ottenuto per esame dopo un corso specialistico su vari argomenti concernenti il trasporto di merci pericolose. Il certificato ha durata 5 anni dalla data dell’esame ed è rinnovabile un anno prima della data di scadenza dello stesso. 

Share