È una fonte d’acqua purissima, sicura e di ottima qualità. Non solo: rispetta l’ambiente e fa risparmiare le famiglie. Anche a Budrio arriva la Casa dell’Acqua con sistema a Osmosi Inversa, il metodo di depurazione dell’acqua ad uso alimentare più sicuro e più diffuso al mondo, che consente di ottenere un’acqua del tutto simile a quella di una sorgente alpina.

L’inaugurazione della Casa dell’Acqua firmata Ecoline è fissata per sabato 13 settembre alle ore 10,30 presso il portico del supermercato Coop, alla presenza del sindaco del Comune di Budrio, Giulio Pierini; di Stefano Starnini, amministratore delegato Ecoline; di Carlo Mazzoli, responsabile Marketing e Comunicazione Ecoline e di Gianluca Cuni, responsabile commerciale Ecoline.

L’evento è realizzato in collaborazione con Coop Adriatica.
Ideata e realizzata da Ecoline, azienda forlivese che da oltre vent’anni progetta soluzioni all’avanguardia per il trattamento delle acque e che nel 2014 ha ottenuto una delle più importanti certificazioni nel campo alimentare – ISO 22000 – la fonte a “km 0” che a breve sarà installata a Budrio, mette a disposizione di tutti i cittadini un bene prezioso a costi ridotti. Naturale e fredda, lievemente frizzante e frizzante, l’acqua è disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24. Non solo: è attenta all’ambiente, microfiltrata e sicura.

L’esclusivo sistema di separazione molecolare a Osmosi Inversa elimina qualsiasi impurità e ne assicura la purezza assoluta. Grazie al by-pass, viene regolata la giusta quantità di minerali importanti per l’alimentazione umana. Il residuo fisso a 180° è tarato per le migliori acque oligominerali e il sistema viene costantemente monitorato e sanificato. Il sistema C.E.A. (Chiusura Erogatori Automatica) esclusivo e unico assicura la chiusura automatica degli erogatori ad impianto inattivo ed evita qualsiasi contaminazione chimica e batteriologica causata da condizioni esterne ed evita qualsiasi contaminazione mantenendo l’acqua salubre e priva di batteri.

Molti sono i vantaggi economici per chi vuole bere acqua Ecoline “non ingabbiata” nella plastica, se si considera acquistare acqua in bottiglia costa a una famiglia dai 320 ai 720 euro all’anno.
Inoltre, questa “Sorgente in città” contribuisce a promuovere il concetto di “mondo sostenibile” e a proteggere l’ambiente, riducendo il consumo e lo smaltimento di rifiuti plastici.

“L’esperienza maturata in questi anni ci ha dimostrato che, là dove è stata installata, la Casa dell’Acqua è diventata uno strumento di dialogo e di fiducia tra le amministrazioni locali e i cittadini – spiega Così Stefano Starnini, amministratore delegato Ecoline – e un’opportunità per contribuire ad accrescere nuova cultura dell’acqua come risorsa preziosa e insostituibile e a una riduzione dell’inquinamento ambientale legato al consumo di plastica”.

Ecoline: amore per l’ambiente, passione per la salute
Ecoline opera nel settore del trattamento acque da oltre 20 anni. Società in forte espansione, si avvale di professionisti qualificati per il trattamento delle acque e propone impianti all’avanguardia, costruiti nel rispetto delle normative nazionali (Ministero della Salute) ed europee. È presente in tre settori: Privato (oltre 8.000 famiglie, impianti ad uso domestico per microfiltrazione e depurazione dell’acqua); Pubblici Esercizi (oltre 550 impianti professionali per bar, ristoranti, alberghi, comunità, mense, scuole, uffici); Sociale (44 Case dell’Acqua; Comuni e GDO).
Azienda e processi di produzione certificati ISO 22000

 

ECOLINE di Starnini Stefano & C. Sas
Via Martoni 9/11 – 47122 Forlì tel 0543/404300 fax 0543/404376
www.ecoline-fo.com – ecoline@ecoline-fo.com
ufficiostampa@ecoline-fo.com 


Share