La festa della Sensa, che si svolge ogni anno a Venezia, è uno degli eventi tradizionali più importanti della città veneta.

Tutto è pronto, a Venezia, per la Festa della Sensa 2012, un evento che racchiude in sé diverse valenze e che celebra, innanzitutto, il legame indissolubile e storico tra la città lagunare e il mare.

Cominciamo dal significato religioso della festa: Sensa è il termine veneziano che indica l’assunzione, e in questo giorno i credenti celebrano l’assunzione di Cristo in Cielo. La festa della Sensa è, però, solo in parte una festa religiosa, poiché in questo giorno i veneziani non ricordano solo l’assunzione in cielo di Cristo, ma anche altri eventi terreni che hanno significato molto per la storia della città.

Era il 9 maggio dell’anno 1000 quando il Doge Pietro II Orseolo soccorse le popolazioni dalmate minacciate dagli Slavi, dando così inizio all’espansione del Veneto sull’Adriatico. Con le celebrazioni della Sensa i veneziani ricordano anche questo importante evento, ma non solo: più tardi, e precisamente nel 1177, a Venezia si svolse un altro evento epocale, ossia la stipula del trattato di Pace tra il Doge Sebastiano Ziani, Papa Alessandro III e l’imperatore Federico Barbarossa, trattato che segnò la fine delle dispute tra Papato e Impero. Per dimostrare la propria riconoscenza, il Papa regalò quindi al Doge un anello benedetto come segno della sovranità di Venezia sul mare, e fu così che i veneziani cominciarono a ricordare questo evento con una processione in mare durante la quale il Doge e il consiglio, a bordo del Bucintoro, raggiungevano l’isola di Sant’Elena, dove venivano raggiunti dall’imbarcazione del patriarca, che impartiva la propria benedizione. Il rito culminava con il gesto simbolico del Doge che gettava in acqua un anello a sancire il legame di Venezia con il mare.

Al giorno d’oggi la festa della Sensa è una delle più importanti manifestazioni a Venezia ed è ancora vista come la celebrazione del legame tra Venezia e il mare, e durante questo giorno importante per la città lagunare hanno tuttora luogo degli interessanti festeggiamenti, che coinvolgono sia gli autoctoni che i visitatori e i turisti. A sottolineare il legame tra Venezia e il mare, il programma della giornata include sempre molti eventi che hanno il mare, appunto, come protagonista, dal corteo acqueo delle associazioni remiere alle gare di voga alla veneta. Ogni anno, inoltre, durante i festeggiamenti della Sensa ha luogo il cosiddetto “gemellaggio adriatico” tra Venezia e un’altra città o area geografica che è stata in qualche modo significativa nella storia della città, e viene assegnato il premio “Osella d’Oro della Sensa” agli enti, alle istituzioni e ai privati cittadini che hanno dato lustro alla città con attività riguardanti la sfera della cultura, dell’artigianato o del commercio. Ciliegina sulla torta, il mercatino che viene allestito ogni anno nei pressi della Chiesa di San Nicolò, al Lido.

Con il vantaggio del periodo in cui si svolge, in un mese in cui le temperature non ancora afose ma calde permettono di vivere la città nel migliore dei modi, la Festa della Sensa è un evento immancabile non solo per i veneziani, ma anche per i turisti appassionati di tradizioni antiche e feste tipiche, e che possono scegliere la città lagunare come meta ideale per la propria vacanza salute primaverile.

Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – piano web marketing


Share