Comunicati Imprese

Pubblica qui i tuoi Comunicati Stampa e aumenta la tua voce in rete

LU.ME. per il territorio offre un seminario gratuito sulle opportunità di business di Linkedin

Iscrizioni aperte per un pomeriggio di formazione aperto a tutti, in cui imparare le meccaniche di base del social network dedicato alla ricerca di impiego

Linkedin: istruzioni per l’uso. Il progetto LU.ME. Lucca metalmeccanica che raccoglie 11 aziende aderenti a Confindustria Toscana Nord (A.Celli Paper, A.Celli Nonwovens, Fabio Perini, Fapim, Fosber, Gambini, Kme Italy, Rotork Fluid Systems, Sampi, Toscotec Velan Abv.) per impegnarsi insieme sui temi dell’ambiente, della cultura e della crescita del territorio, offre a chi lo desidera un pomeriggio di formazione dedicato alle modalità di utilizzo del social network dedicato non solo a chi cerca e trova lavoro ma anche a chi ha l’obiettivo di trovare clienti o partner aziendali.

Come usarlo? Come dare il massimo risalto alle proprie esperienze e competenze? Serve davvero? È per rispondere a domande come queste e per scoprire alcuni metodi per utilizzarlo al meglio che LU.ME, in collaborazione con la web agency Prima Posizione, offre un seminario gratuito aperto a tutti che si tiene venerdì 23 settembre dalle 15 alle 18 nella sede di Confindustria Toscana Nord (piazza Bernardini, 41 – Lucca).

A condurre gli incontri sarà Michele Capitani, formatore ed esperto di promozione online, nonché presidente di Prima Posizione.

 

Per iscrizioni, compilare il form al link www.prima-posizione.it/promo/seminario-lucca/

Per informazioni: www.luccametalmeccanica.it


Share

Yen e dollaro, sarà una settimana di fuoco sui mercati valutari

Si preannunciano giorni di fuoco per i mercati valutari. In programma ci sono infatti due importantissime riunioni degli istituti centrali. Quella della Bank of Japan e quella della FED americana.
Senza dubbio è la riunione dell’istituto USA a catalizzare le maggiori attenzioni degli investitori, pronti a scendere “in campo” dopo aver scelto il miglior conto forex con cui fare trading. Però è chiaro che assumerà grande rilievo anche quella della Bank of Japan.

Gli scenari possibili per dollaro e yen

Dal Giappone arrivano notizie interessanti da parte del governatore della banca centrale nipponica, Haruhiko Kuroda. Il numero uno della BoJ ha annunciato che «guarderà con attenzione i i recenti movimenti di mercato e che l’istituto centrale offrirà tutti gli sforzi per sostenere la ripresa economica del Paese». Questo preannuncia di fatto un possibile incremento della politica espansionistica nella riunione del prossimo 21 settembre.

Il Giappone vuol venire fuori da una situazione che, per molti versi, ricorda quella che sta affrontando la UE. Il promo obiettivo è raggiungere il target di un inflazione al 2%, che per mandato dovrebbe perseguire. Al momento però l’obiettivo è molto lontano, visto che siamo a -0,4%. A differenza dell’attendismo di Mario Draghi però, Haruhiko Kuroda potrebbe andare verso una strada votata all’espansionismo. Probabilmente abbasserà ancora il costo del danaro, peraltro già al -0,10% in terra nipponica.

Le mosse attese dalla FED

Contemporaneamente, anche la Federal Reserve è chiamata a fare delle scelte importanti. Negli ultimi giorni i mercati sono stati turbolenti e isterici proprio a causa delle incertezze che ha alimentato la banca centrale USA. Non è ancora chiara la sua posizione riguardo al rialzo dei tassi di interesse.

C’è stato un valzer di dichiarazioni che ogni volta contraddicevano quelle precedenti. Dal probabile aumento del costo del denaro si è passati a una politica conservativa, poi è tornata in voga la possibilità di un aumento del costo del denaro, ma alcune dichiarazioni degli esponenti della stessa Fed hanno poi rimescolato il tutto.

Nel complesso, quindi, la situazione è decisamente complicata e confusa. Ecco perché gli investitori vivono questi giorni con grande tensione, perché appena Fed e Boj chiariranno le loro scelte, i mercati cominceranno a muoversi con vigore.


Share

L’ambasciatore Gallo al Premio Monte Carlo con Salvo Nugnes, Munari di Radio Monte Carlo e Ferretti del Museo Buonarroti

Si è svolta sabato 3 settembre 2016, dinanzi ad un nutrito pubblico, la cerimonia ufficiale di conferimento del prestigioso “Premio Monte Carlo”, con l’organizzazione del manager della cultura Salvo Nugnes. Location ospitante dell’evento, è stato l’elegante Hotel Metropole di Monte Carlo, adiacente al famoso Casinò. A fare da cornice, la mostra internazionale di “Monte Carlo Calling” con l’esposizione di originali opere pittoriche dell’affascinante e vulcanica Amanda Lear, affiancate dalle creazioni di esponenti di talento del panorama attuale.

Le premiazioni hanno riguardato artisti di spicco, selezionati per i particolari meriti alla carriera. Nel comitato di giuria erano presenti l’Ambasciatore italiano nel Principato di Monaco, Cristiano Gallo, Veronica Ferretti Dirigente della Fondazione Casa Michelangelo Buonarroti a Firenze,‎ Ernesto Canepa Presidente Ceramisti Italiani, Andrea Munari Direttore Generale di Radio Monte Carlo, e altri nomi autorevoli ed esperti della materia. I nominativi dei premiati sono: Aldo Basili, Aurelio Blengino, Ester Campese, Giuliano Cardellini, Franco Carletti, Gianfranco Coccia, Angela D’Alessandro, Giacomo Frigo, Stefano Guadagnoli, Milvia Lauro, Alfonso Mangone, Federica Marin, Silvana Mascioli, Grazia Massa, Salvatore Natale, Nicola Pica, Luciano Tonello, Alba Tortorici, Rita Vitaloni.


Share

Album con stampa fotografica serigrafata

youphoto.info photokina 2016 presenta la Stampa Fotografica SerigrafataProdotto rivolto ai Fotografi Professionisti, in particolare coloro che fanno wedding ed album fotografici. Il loro settore è in rapida e costante evoluzione. E’ una risposta ad una esigenza avvertita dagli operatori: poter incontrare i gusti dei clienti offrendo album dal design e dai materiali più innovativi e ricercati. Nei suoi laboratori Youphoto ha unito due tecniche molto diverse per dar vita ad un prodotto unico: grazie all’utilizzo della serigrafia sarà possibile inserire in rilievo alcuni particolari lucidi come logo, scritte, cornici o elementi disegnati direttamente sulle stampe fotografiche dei fotolibri.
Youphoto presenterà la Stampa Fotografica Serigrafata in anteprima presso al Photokina 2016 a Colonia e, successivamente, tramite i suoi partner in Italia entro la fine del mese di settembre 2016.

Per saperne di più o per contatti www.youphoto.info


Share

RS Components presenta la prima batteria da 54 V convertibile prodotta da DeWALT, compatibile con gli utensili elettrici 18 V esistenti

I nuovi utensili elettrici a 54 V per l’edilizia combinano la potenza dell’alimentazione di rete con la libertà del cordless

 

RS Components (RS), distributore globale di prodotti di elettronica e manutenzione, ha presentato la nuova batteria XR Flexvolt 18/54 V prodotta da DeWALT e una gamma di utensili cordless per impieghi pesanti, utilizzabili nei cantieri e per la manutenzione degli impianti.

 

Fino ad oggi il professionista doveva scegliere tra la comodità e la portabilità degli utensili cordless e la potenza e il funzionamento continuo garantito dall’alimentazione di rete. La nuova gamma di prodotti XR Flexvolt DeWALT comprende la prima batteria 18/54 V convertibile che è adatta per utensili a 54 V cordless per impieghi pesanti ed è compatibile con la gamma esistente di utensili cordless XR a 18 V di DeWALT.

 

I nuovi utensili a 54 V combinano la potenza dell’alimentazione a filo con la portabilità e la libertà del cordless, mentre gli utensili a 18 V sono in grado di funzionare per un’intera giornata con una sola carica della batteria.

 

La gamma di prodotti XR Flexvolt 18/54 V DeWALT comprende una batteria da 6,0 Ah, un caricabatteria rapido, un caricabatteria a due porte e una selezione di utensili elettrici a 54 V di tipo industriale che in passato avrebbero avuto bisogno del cavo di alimentazione: una sega circolare, una sega universale, una smerigliatrice, una sega Alligator, una troncatrice da 216 mm, una sega da banco e una sega ad affondamento.

 

I prodotti XR Flexvolt DeWALT garantiscono agli operai dei cantieri e ai manutentori la flessibilità di abbinare i nuovi utensili a 54 V ai dispositivi a 18 V esistenti. Ad esempio, costruttori e riparatori di tetti, che lavorano ad altezze notevoli, possono evitare l’uso di cavi mobili e avere massima libertà di movimento utilizzando una sega circolare a 54 V, adatta per tagliare legname pesante, e i tradizionali utensili XR 18V di DeWALT alimentandoli con la stessa batteria.

 

Maggiori informazioni su RS Online.

 

Chi è RS Components

 

RS Components e Allied Electronics sono marchi commerciali di Electrocomponents plc, il maggiore distributore mondiale di prodotti di Elettronica, Manutenzione e Industriali.

Il Gruppo è presente con sedi operative in 32 Paesi e, attraverso Internet e i cataloghi cartacei, distribuisce una gamma di oltre 500.000 prodotti a più di 1 milione di clienti in tutto il mondo, evadendo più di 44.000 ordini al giorno.

Gli articoli distribuiti, provenienti da oltre 2.500 fornitori leader, includono componenti elettronici, elettrici, prodotti di automazione e controllo, meccanici, strumenti di misura, utensili e prodotti di consumo.

Electrocomponents è quotata alla Borsa di Londra (London Stock Exchange) e ha chiuso lo scorso anno fiscale il 31 marzo 2016 con un fatturato di 1,29 miliardi di Sterline.

 

www.rs-components.com

 

Maggiori informazioni sono disponibili su:

 

RS Components Italia: it.rs-online.com

Gruppo RS Components: rs-online.com

Electrocomponents plc: www.electrocomponents.com

DesignSpark: www.designspark.com

Twitter: @RSComponents; @alliedelec; @designsparkRS

Linkedin: http://www.linkedin.com/company/rs-components


Share

Cral.me porta il web in circolo

É nato il servizio esclusivo dedicato ai siti web di CRAL, circoli, club e associazioni

I CRAL, circoli ricreativi aziendali, sono una realtà importante per la vita sociale di tante persone.

Cral.me è un progetto nato in seguito all’esperienza web con il Cral Regione Emilia Romagna: è  pensato per i CRAL ma perfetto per le esigenze web di ogni realtà associativa.

L’obiettivo è fornire ai circoli strumenti e informazioni per un’efficace comunicazione online al fine di stimolare la condivisione dal web alla vita sociale.

Il servizio si basa su una piattaforma realizzata per gestire in maniera pratica, veloce e sicura siti internet belli, completi ed efficienti, studiati per assolvere tutte le specifiche esigenze delle realtà associative.

Attraverso uno strumento immediato e semplice e grazie all’assistenza di un team di professionisti esperti, i responsabili dei circoli potranno organizzare e dare visibilità ad attività e notizie dei circoli senza nulla togliere alla gestione amministrativa.

Uno strumento innovativo, immediato e semplice per costruire o rinnovare il rapporto con i soci attraverso il web.

Inoltre, sul blog di Cral.me sono disponibili articoli, idee ed approfondimenti per conoscere, comprendere ed adattare alle esigenze di ogni circolo le principali tecniche di comunicazione web.

Cral.me porta il web in circolo: crea, condividi, coinvolgi!


Share

User Experience Design

POLI.design lancia la I edizione del Corso di Alta Formazione per la progettazione di esperienze utente coinvolgenti e multipiattaforma        

In collaborazione con Cefriel, Coppa+Landini, PROcommerce e World Usability Day Rome_2016

 

Dietro un’APP o un device di successo, c’è sempre una buona User Experience .

Ma chi è lo UX Designer, questo progettista sempre più richiesto dal settore digitale? Come lavora? E soprattutto, che competenze deve avere per operare con successo.

Per rispondere a queste domande e per formare una nuova generazione di progettisti, POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano ha lanciato la I edizione del Corso di Alta Formazione in User Experience Design: un percorso formativo rivolto a neolaureati in Design e professionisti che vogliano verticalizzare fortemente le proprie competenze sui temi di UX acquisendo tutte quelle skill necessarie per la progettazione di servizi e applicazioni digitali.

Boom di candidature per questo nuovo corso POLI.design che ha già aperto  le selezioni per la seconda edizione prevista nel 2017.

“Viviamo d’interazione tra siti e dispositivi mobile ma mancano User Experience Designer” – afferma Venanzio Arquilla, Direttore Scientifico del Corso, Designer e Professore Associato per il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano“Lo UXD è un professionista che si occupa di progettare le modalità con cui gli utenti interagiscono con un prodotto o un servizio, in prevalenza digitale. Le sue scelte sono guidate dall’osservazione dell’utente e del contesto di riferimento, dalla conoscenza dei principali pattern di interazione e dei trend in atto, dalla coerenza con i requisiti di progetto inizialmente raccolti e dalla misurazione degli insight.”

Lo UXD è quindi una figura “ibrida” con competenze sia umanistiche che scientifiche. Può lavorare per agenzie, start-up, aziende o come libero professionista; gli ambiti sono molteplici, applicabili potenzialmente a tutti i settori merceologici (finanziario, editoriale, sportivo, fashion…), format digitali (community, e-commerce, configuratori, siti corporate…) e sono in ulteriore espansione, grazie all’aumento dei formati e dei device (non ultimo il trend dei wearable, sull’onda dell’Internet of Things).

Per formare questi nuovi designer delle esperienze utente, il corso adotta un approccio fortemente professionalizzante, con una serie di Project Work in aula su brief concreti e una faculty che, oltre ai docenti del Politecnico, vedrà anche il contributo di numerosi esperti del settore.

In particolare, il corso vanta già la collaborazione di CEFRIEL, centro di eccellenza del Politecnico di Milano per l’innovazione, la ricerca e la formazione in ambito ICT, della società di consulenza per l’innovazione design-driven Coppa+Landini, dell’agenzia Pro-Commerce e di World Usability Day Rome_2016, la Giornata Mondiale dell’Usabilità in programma a Roma il prossimo  novembre.

Federico Piccinini, Responsabile della Practice Design del CEFRIEL – Politecnico di Milano commenta: “Siamo assolutamente convinti della grande importanza della qualità e della user experience dei servizi e prodotti digitali. Non per nulla, in CEFRIEL ogni team di progetto vede sempre la partecipazione di un designer con competenze di user experience per verificare la semplicità d’uso e di interazione già nella fase di prototipazione di un servizio/prodotto, a garanzia di successo del risultato finale. Queste competenze ed esperienze verranno condivise nel corso di User Experience Design e permetteranno la costruzione di profili essenziali per lo sviluppo delle imprese e delle nuove professionalità.”

Crediamo fortemente nell’approccio formativo proposto da questo corso – affermano Marcello Coppa, CEO Coppa+Landini e Andrea Landini, co-founder e strategist Coppa+Landiniche coniuga l’impostazione politecnica di base con un focus verticale sul design dalla UX. Come società di consulenza, il valore aggiunto che diamo ai nostri clienti consiste nel progettare soluzioni digitali tenendo in considerazione le micro-interazioni con dispositivi e in contesti diversi: la UX non è solo ciò che avviene sullo schermo durante l’uso di un’app. Questo corso ha l’ambizione di formare professionisti tecnicamente preparati ma consapevoli dell’apporto che la UX può dare alla digital transformation, perché il software può radicalmente innovare un processo, un business model o le modalità di comunicazione.”

Questa la dichiarazione di Giovanni Pola, CEO Pro-Commerce: “Siamo molto orgogliosi di collaborare con POLI.design come partner del nuovo Corso di Alta Formazione in UXD, perché questo corso si inserisce in modo innovativo nel panorama dei corsi di User Experience, grazie all’ampiezza del suo approccio strategico e alla forte attenzione ai processi di Conversion Rate Optimization, di cui mi occuperò basandomi sull’esperienza di Pro-Commerce.”.

E da World Usability Day Rome_2016 Carlo Frinolli aggiunge: “La progettazione incentrata sugli utenti è tornata indispensabile e oggi, insieme all’usabilità, determina il successo di prodotti e servizi. Percorsi formativi come quello proposto da POLI.design guideranno i nuovi progettisti nelle scelte per sviluppare servizi, prodotti e tecnologie abilitanti ed inclusivi per rendere la vita più facile.”

Le iscrizioni al Corso di Alta Formazione in User Experience Design sono aperte.

L’avvio delle lezioni è previsto per l’11 novembre 2016. Il corso ha una durata di 80 ore, per un totale di 10 giornate. Le lezioni si terranno al venerdì e al sabato.

Per informazioni sulla didattica e sulle modalità di iscrizione, si prega di contattare l’Ufficio Coordinamento Formazione di POLI.design: tel. (+39) 02.2399.5864, e-mail: formazione@polidesign.net

 

Press Contact:

Ufficio Comunicazione Prodotti Formativi

Tel. (+39) 02.2399.7201

comunicazione@polidesign.net


Share

Il CEV, diretto da Gaetano Zoccatelli, è partner del progetto europeo GEO SEE

Da sempre il Consorzio CEV, diretto da Gaetano Zoccatelli, è impegnato nell’applicazione delle politiche comunitarie, rivolte all’ambiente e all’energia. Tale impegno si è esplicitato nella partecipazione in qualità di partner al progetto GEO SEE al fine di sperimentare usi innovativi delle risorse geotermiche a bassa entalpia.

Finanziato dal programma South Est Europe, il progetto coinvolge 11 partner provenienti da Italia, Slovenia, Croazia, Serbia, Macedonia, Bulgaria e Romania.

land area in Europe the night

Le risorse geotermiche a bassa entalpia (<150) sono molto diffuse, ma il loro potenziale per scopi energetici non è stato ancora adeguatamene verificato. GEO SEE intende sviluppare approcci innovativi per la produzione di elettricità in usi combinati. Nell’ambito del progetto, partito ufficialmente il 14 dicembre 2012, il Consorzio CEV, diretto da Zoccatelli, selezionerà un Comune Socio per la realizzazione della fase sperimentale del progetto. www.geosee.eu

Si riporta integralmente l’articolo da Rinnovabili.it

Dimostrare la fattibilità tecnico-economica di impianti geotermici a bassa e media entalpia (T<150°C) nel sud-est Europa combinati con altre energie rinnovabili quali le biomasse ed il solare per la produzione di energia elettrica valorizzando la sostenibilità ecologica di questi impianti.

Con questo obiettivo nasce GeoSEE, progetto che coinvolge otto stati del Sud-Est Europa (Slovenia, Italia, Romania, Bulgaria, Croazia, Serbia, Repubblica di Macedonia e Ungheria) ed è basato sullo studio di applicazioni reali in ciascun paese coinvolto. I casi studio si basano su tecnologie che permettono l’utilizzo del ciclo ORC (ciclo Rankine a fluido Organico), un ciclo termodinamico che permette di sfruttare al meglio le fonti a bassa temperatura per produrre energia elettrica sostituendo un fluido organico all’utilizzo dell’acqua, migliorando così l’affidabilità, la durabilità dell’impianto e diminuendo le emissioni.

Nel caso di studio italiano si sono individuate due aree localizzate a Galzignano Terme e Battaglia Terme in provincia di Padova. Attraverso un’analisi tecnica ed economica, è stata verificata la fattibilità degli impianti ibridi e sono state valutate sia la sostenibilità finanziaria del progetto sia l’entità degli investimenti necessari.

I risultati ottenuti, hanno evidenziato che l’uso di sistemi ORC permettono l’utilizzo ibrido in maniera fattibile della risorsa geotermica con altre fonti rinnovabili. Infatti, è emerso che un impianto ibrido in zone geotermiche con basse temperature, come potrebbe essere il caso dell’area dei Colli Euganei, sarebbe in grado di sviluppare energia sufficiente per soddisfare la richiesta energetica di circa 4.500 abitazioni, pari alla necessità di 10.000 persone o di illuminare un numero pari a circa 18.000 punti luce di impianti pubblici.

Infatti, un’ulteriore applicazione di questa impiantistica a sistema ibrido è la reintroduzione dell’energia prodotta nel sistema a scopo di vendita, riducendo così lo spreco energetico e valorizzando le azioni di riqualificazione energetica.

È stato inoltre sviluppato un sistema informativo geografico online (WebGIS), che permette di avere indicazioni sul potenziale uso combinato dell’energia geotermica con impianti solari e a biomassa, permettendo così di comprendere la disponibilità di risorse rinnovabili per le specifiche aree geografiche analizzate. Tale strumento ha lo scopo di fornire informazioni sulla possibilità di creare impianti ibridi nelle zone oggetto di studio.

Infine, sono stati eseguiti degli studi di accesso al mercato basandosi sull’analisi dell’attuale struttura, sul potenziale futuro e sul rischio, congiuntamente all’identificazione dei possibili benefici ambientali e sociali. Il progetto ha costantemente coinvolto tramite più eventi gli stakeholders con lo scopo di divulgare, tra gli altri, i benefici di riduzione delle emissioni di CO2, la possibilità di diminuire la dipendenza dai combustibili fossili ed i possibili finanziamenti comunitari; concentrandosi anche sulla necessità di una legislazione più chiara e programmatica in favore dell’applicazione e la progettazione di impianti ibridi ad energie rinnovabili.

Un obiettivo non secondario del progetto è stato la diffusione di queste informazioni, non solo ai tecnici, ma anche al cittadino comune, attraverso i più comuni mezzi di comunicazione online, soprattutto per quanto concerne i benefici derivanti dall’uso ibrido delle energie rinnovabili e i loro risvolti pratici, come la creazione di nuovi posti di lavoro nelle aree rurali e la possibilità di un secondo reddito per i proprietari nel rispetto della sostenibilità dei siti degli impianti. Per ulteriori approfondimenti consultare il sito: http://www.geosee.eu

FONTE: Rinnovabili.it


Share

Get Adobe Flash player