Comunicati Imprese

Pubblica qui i tuoi Comunicati Stampa e aumenta la tua voce in rete

A IP Security Forum Napoli si parla di sicurezza nei luoghi pubblici

NAPOLI – Il tema della sicurezza nei luoghi pubblici è di estremo interesse e al centro degli argomenti trattati da IP Security Forum, che nella sua prossima edizione napoletana – martedì 31 maggio, presso Expo Napoli Palazzo dei Congressi (Stazione Marittima) – ha inserito un focus ad hoc sulla tematica.

Di dati, analisi e qualità come risposta alla security nei luoghi pubblici, parlerà a IP Security Forum Napoli Francesco Paradiso, Business Development Manager di Hanwha Techwin Europe, trattando i benefici nella Security ottenuti mediante soluzioni intelligenti realizzate con applicazioni di qualità in grado di valorizzare la prevenzione utilizzando sensori intelligenti.

L’evento per eccellenza dedicato all’IP Security, punto di riferimento per la crescita e l’aggiornamento dei soggetti interessati all’IP Security, prosegue di anno in anno il proprio percorso di miglioramento, con il contributo dei numerosi partecipanti, sempre più coinvolti, insieme a sponsor e relatori, nella definizione di un evento a misura di convegnistica ed esposizione, e sceglie per l’edizione partenopea un tema attuale e di ampio interesse collettivo.

 

Per le registrazioni è già attivo il seguente link:

http://www.ipsecurityforum.it/registrazione.asp


Share

IP Security Forum Napoli: La sicurezza evoluta diventa domotica con INT-TSI

NAPOLI – Integrazione e connettività: queste sono le parole vincenti per un mercato della sicurezza sempre più esigente e qualificato.

Soluzioni, quelle di cui parlerà il prossimo 31 maggio ad IP Security Forum Napoli Fabio Morganti, Technical Manager di Satel Italia, che mettono al centro del progetto il cliente e l’installatore, permettendo loro di interagire per progettare insieme l’impianto “on demand” in grado di soddisfare tutte le esigenze del cliente.

La sicurezza evoluta diventa domotica con INT-TSI, e l’interazione completa del sistema viene assicurata da una centrale evoluta e da una la tastiera touch configurabile in modo totalmente personalizzato. Lo scopo è quello di semplificare sempre più la gestione del sistema per l’utente tramite funzioni macro e scenari facilmente individuabili in modo da ottenere informazioni utili ed immediatamente fruibili.

All’evento per eccellenza dedicato all’IP Security, un altro tema di grande interesse, che contribuirà alla crescita e l’aggiornamento dei soggetti interessati all’IP Security.

 

Per le registrazioni è già attivo il seguente link:

http://www.ipsecurityforum.it/registrazione.asp


Share

Spoleto Arte incontra Napoli: grande attesa per la mostra di Amanda Lear ed Alviero Martini

Si preannuncia un appuntamento artistico molto importante nel cuore di Napoli, quello della mostra di “Spoleto incontra Napoli” a cura di Vittorio Sgarbi, allestita presso lo storico Palazzo delle Arti, in via dei Mille 60. L’evento di prestigio, organizzato dal manager della cultura Salvo Nugnes, si terrà dal 27 maggio al 6 giugno 2016, con vernissage inaugurale fissato in data venerdì 27 maggio. All’esposizione collettiva prenderà parte un selezionato gruppo di artisti di fama, italiani e stranieri.

L’organizzatore Salvo Nugnes spiega “Dopo il successo della mostra di Spoleto incontra Venezia, che ha unito in modo simbolico due centri fondamentali per la diffusione dell’arte e della cultura come sono Spoleto e Venezia, abbiamo pensato di creare un’altra interessante sinergia con questa mostra organizzata a Napoli, che unisce Spoleto alla straordinaria città partenopea, fulcro di tradizioni artistiche e culturali secolari di intramontabile valore. La presenza di sgarbi come curatore conferisce ulteriore autorevolezza e prestigio all’iniziativa”.

E inoltre, ha aggiunto “L’esposizione di punta è costituita da una serie di quadri realizzati dalla poliedrica e vulcanica Amanda Lear, artista a tutto tondo di fama internazionale, che dopo essere stata la musa ispiratrice del maestro Salvador Dalì, ha continuato il proprio percorso nel mondo dell’arte, dimostrando un vivace talento e un dinamico spirito creativo. Accanto a lei in esposizione, ci sarà una selezione di artisti contemporanei rinomati, tutti con stili diversi ed eterogenei, per dare vita a una mostra originale e stimolante, concepita in chiave internazionale e cosmopolita”.

Per richiedere ulteriori informazioni in merito all’adesione alla mostra, si possono contattare i seguenti riferimenti:

Tel 0424.237636
Mail org@spoletoarte.it

Inoltre, si può consultare il sito www.spoletoarte.it


Share

London Calling: mostra internazionale con Gino De Dominicis a cura di Vittorio Sgarbi

C’è già grande attesa per l’imminente apertura della mostra collettiva internazionale “London Calling” che aprirà i battenti in data 31 maggio, presso l’esclusivo spazio londinese della The Crypt Gallery, in Euston Road, nel cuore della City, a pochi passi dalle sedi di importanti testate giornalistiche, come The Guardian e Time Out. L’evento espositivo, organizzato dal manager della cultura Salvo Nugnes, resterà in loco fino al 6 giugno 2016. L’iniziativa d’impronta cosmopolita, raduna un selezionato gruppo di artisti contemporanei di fama, italiani e stranieri e ha come nome di punta quello dell’illustre Gino De Dominicis, con un’interessante mostra curata da Vittorio Sgarbi, per onorare e mantenere sempre viva la memoria del rinomato maestro d’arte. I partecipanti all’appuntamento artistico, porteranno opere di pittura, fotografia, scultura, grafica e prenderanno parte ad un interessante concorso, con in palio un ammontare complessivo di 20’000€ suddiviso tra i tre vincitori, designati da un’autorevole giuria di qualità. Nell’occasione verrà anche conferita la prestigiosa targa di “artista contemporaneo nel mondo”.

L’organizzatore Salvo Nugnes, nello spiegare le caratteristiche particolare dell’esposizione dedicata a De Dominicis dice “La mostra londinese, ripropone l‘ esposizione svoltasi presso la galleria d’arte milanese -L’Attico- nell’anno 1971, che abbiamo già presentato con grande successo presso sedi delle Milano Art Gallery di Milano e Venezia. In questa occasione De Dominicis riempiva lo spazio espositivo con la registrazione, su un nastro magnetico, di una risata interpretata dall’attore Vittorio Bignardi. L’attore era stato scelto per il timbro cavo, il suono profondo, evocativo. All’epoca, l’effetto dell’opera fu davvero sorprendente e al contempo misterioso e intrigante. Il suono era amplificato e accentuato dallo spazio chiuso della galleria e arrivava fino alla via Beccaria, sottolineando la continuità tra interno ed esterno. In galleria venne esposto soltanto il cartellino della mostra -D’Io- usato nelle duplice valenza di significato con il sottile gioco di parole”.

Per ricevere ulteriori informazioni per l’adesione alla mostra “London Calling” è possibile contattare i seguenti riferimenti:

Tel 0424237636
Mail org@spoletoarte.it


Share

La Notte Europea dei Musei a Cori

Il Museo della Città e del Territorio di Cori ha aderito alla Notte Europea dei Musei 2016. Per l’occasione, sabato 21 Maggio, dalle ore 21:00, la Direzione scientifica, in collaborazione con il Comune di Cori e l’Associazione Culturale Arcadia, ha organizzato un’apertura straordinaria, con il concerto gratuito dei Canusìa, che si esibiranno al Chiostro di Sant’Oliva.
La Notte dei Musei è un’iniziativa europea giunta alla sua dodicesima edizione e patrocinata dal Consiglio d’Europa, dall’Unesco e dall’ICOM. Più di 3000 musei in circa 30 Paesi d’Europa consentiranno al pubblico un’emozionante ed insolita fruizione del patrimonio artistico ed archeologico, soprattutto a quanti non hanno la possibilità di visitare i musei nei consueti orari di apertura.
All’interno del Museo della Città e del Territorio di Cori sarà possibile ripercorrere l’evoluzione storica dei Monti Lepini su un arco temporale di oltre 35 secoli, dalla preistoria all’età moderna, suddivisa in otto sezioni cronologiche e tematiche e attraverso un ricco e diversificato allestimento che si sviluppa su tre piani di quasi 1000 mq.
La serata sarà allietata dalla musica popolare dei Canusìa, con il loro album ‘Fiore di Cardo’. Un lavoro durato circa 7 anni alla ricerca di canti e testimonianze di vita passata nei paesi Lepini. I brani vocali, spesso frammentati, sono stati rielaborati per renderli fruibili ad un ascolto attuale e in alcune canzoni sono presenti collaborazioni con musicisti storici ed attuali della scena folk italiana e non solo.
Con la Notte Europea dei Musei giunge a conclusione il primo ciclo di conferenze 2016 ‘Cori di pietre e di parole’, promosso dalla Direzione scientifica del Museo, dall’Associazione Culturale Arcadia e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cori. In tanti hanno partecipato agli autorevoli interventi che come sempre hanno permesso di sondare temi fondamentali per la conoscenza della storia locale.


Share

STRATEGIC DESIGN XVIII edizione: POLI.design, in collaborazione con il MIP, lancia il Master nella sua versione adulta

Temi di frontiera e diverse novità al centro della nuova edizione di uno dei Master storici del Politecnico di Milano, in cui le logiche manageriali sono combinate con i temi e le sensibilità del design thinking

 

Torna ad ottobre il Master in Strategic Design (MDS), uno dei Master storici del Politecnico di Milano, erogato dal Consorzio POLI.design in collaborazione con MIP, Politecnico di Milano Graduate School of Business.

Diciassette edizioni di successo alle spalle e l’ingresso nella “maggiore età” con una formula didattica che ha saputo rinnovarsi, evolvendo verso temi “di frontiera” come l’innovazione e la rappresentazione di business model, lo sviluppo di nuove formule imprenditoriali design driven e l’integrazione tra cultura del progetto, new tech e strategia.

Con l’ambizione di plasmare veri e propri manager dell’innovazione, professionisti capaci di alimentare un’imprenditoria visionaria, ispirata sempre più dal design, inteso come fattore strategico imprescindibile, il Master coniuga logiche manageriali e processi di design thinking e business design, trasferendo conoscenze legate alla gestione dell’innovazione, al design management, al design dei prodotti-servizi e di nuovi modelli di business.

A sigillo della qualità dell’offerta formativa, le collaborazioni con la Antwerp Management School, leader europea per la formazione di top managers,  e con MIP, Politecnico di Milano Graduate School of Business da sempre attiva per l’integrazione del know-how manageriale e dell’innovazione nel mondo industriale e dei servizi.

Il percorso propone un mix di didattica frontale, due Intensive Business Design Workshop – in collaborazione con aziende multinazionalidedicati all’innovazione dei prodotti-servizi e dei modelli di business e un Laboratorio di Sviluppo Prodotto, in cui si approfondiscono ambiti come lo sviluppo di concept, il marketing per l’innovazione e l’analisi di fattibilità tecnico-economica.

Conclude l’iter formativo un periodo di tirocinio presso imprese globali e design consulting companies di primo piano o presso start-up incubate in POLI.Hub, l’incubatore del Politecnico di Milano.

Il Master si propone di sviluppare nei partecipanti quelle doti personali (di progettualità, auto imprenditorialità, capacità di visione e di gestione della complessità), che possano indirizzare e accelerare il loro percorso verso l’assunzione di leadership nello sviluppo di progetti strategici per l’impresa.

I dati di placement tra gli ex studenti, infatti, confermano la concreta applicabilità del “metodo  MDS” che in molti casi ha rappresentato per questi giovani designer il differenziale competitivo decisivo per avviare al meglio il proprio iter professionale. E’ stato questo il caso, per esempio, di Satwik Saraswati, product designer Indiano, studente della VIII edizione e attuale Global Design Director per la divisione Accessori di Adidas Performance Training. O di Nihan Kepsutlu approdata al Master – XI edizione – dalla Turchia con un background  di Materials and Metallurgical Engineering ed oggi attiva in Intimissimi come TR Area Manager per Calzedonia Group. Lina Ceschin, infine, graphic designer brasiliana, dopo aver frequentato la XIV edizione, è stata scelta come Strategic Designer consultant dalla società di consulenza INSITUM.

Il Master si rivolge a laureati in architettura, disegno industriale, ingegneria e in scienze economico-sociali ed umanistiche, con la propensione ad occuparsi delle problematiche della gestione dell’innovazione e del management, a tecnici e manager con l’interesse a comprendere la cultura ed i modelli di lavoro del design e a valorizzarne le potenzialità nella definizione delle strategie di impresa.

L’avvio delle lezioni è previsto per ottobre 2016. Le iscrizioni sono già aperte.

Per informazioni si prega di contattare l’Ufficio Coordinamento Formazione di POLI.design: tel. +39 02 2399 5911, mail mds@polidesign.net ; formazione@polidesign.net

 

Press Contact:

Ufficio Comunicazione POLI.design

Tel. (+39) 0223997201

comunicazione@polidesign.net


Share

Comunicato Stampa: M2M Forum 2016 si conferma l’evento leader in Italia sull’Internet of Things

M2M Forum 2016 si conferma l’evento leader in Italia
sull’Internet of Things

 

Milano, 16 Maggio 2016 –  Si è conclusa con grande successo la quindicesima edizione di M2M Forum 2016 (www.m2mforum.com), che si è svolta l’11 e il 12 Maggio presso il moderno Centro Guida Sicura ACI Sara di Lainate, alle porte di Milano.

La manifestazione – che dal 2002 è il riferimento per il mondo della comunicazione tra macchine e l’Internet of Things – è stata un’importante occasione per fare il punto sullo stato dell’arte delle tecnologie e delle applicazioni realizzate ad oggi e per dare uno sguardo ai modelli di business e alle sfide future che attendono gli operatori italiani ed esteri.

L’evento, ideato e organizzato da Innovability (www.innovability.it) si è confermato il punto di incontro della comunità IoT:  oltre 1200 partecipanti da circa 20 Paesi diversi,  83 aziende tra sponsorespositori e partner, tra cui i Main Sponsor dell’edizione 2016 –  Comarch , Eurotech, SAP e Vodafone, che hanno partecipando  portando le loro visioni e progetti.

Wojciech Martynika, M2M product Manager di Comarch Technologies, afferma:  “L’IoT è una realtà in cui opera e collabora una varietà di diversi player, con lo scopo di creare un servizio complesso venduto come un unico prodotto al consumatore finale. Ciò significa che ci sono diversi ambiti di discussione e nuove idee che ci hanno portano all’ M2M Forum. All’interno di questa realtà, la gestione della connettività è cambiata, passando dalla “semplice” connettività a quella ” avanzata”, con un impatto sul settore industriale e su ciò che offre.  Questo è quello di cui l’M2M Forum e le nostre presentazioni parlano: fornire la migliore customer experience ovunque il cliente sia”.

 

L’Internet delle cose (IoT) è la manifestazione che la materia prima di questa nuova era sono i dati. I dati sono la nuova fonte d’innovazione e possono dare un nuovo slancio di competitività e sostenibilità alle imprese. Estraendo ed elaborando i dati da infrastrutture, macchinari, processi e prodotti, le aziende potranno diventare molto più efficienti e aumentare la soddisfazione dei clienti, perché saranno messe nelle condizioni di poter ridisegnare le catene di valore, i processi e i modelli di business. Per poter cogliere a pieno i vantaggi della trasformazione digitale che l’IoT produce, le organizzazioni avranno bisogno di raccogliere i dati provenienti dal mondo operativo (mondo OT), in cui essi vengono generati, e connetterli al mondo IT, ovvero là da dove verranno usati” – dichiara Roberto Siagri, Presidente di Eurotech.

Così commenta Gianpiero Carocci, IoT  Proposition & Partner Manager di Vodafone Italia: “L’Internet delle cose sta vivendo un’eccezionale fase di sviluppo che coinvolge tutti i settori, dalla domotica all’agricoltura. Per Vodafone, l’offerta IoT rappresenta la naturale evoluzione della leadership globale nel mercato della connettività e la trasformazione verso un modello di full service provider; il nostro obiettivo, infatti, è quello di essere sempre più una piattaforma di abilitazione per rispondere all’esigenze delle imprese e migliorare la produttività e l’efficacia dei loro processi. La nostra forza , in questo senso, si basa su soluzioni end-to-end, che permettono alle aziende di favorire l’innovazione tecnologica anche verso nuovi mercati e modelli di business. L’M2M Forum è per noi un importante appuntamento di confronto e un’occasione per mostrare le diverse aree coperte dalla nostra offerta IoT, presentando anche alcune novità tra cui, ad  esempio, Smart Agricolture, la soluzione che permette di monitorare il livello di umidità, illuminazione e presenza di agenti inquinanti del terreno e Smart Parking, la mobile app che permette di  trovare e prenotare un parcheggio direttamente dallo smartphone, ricevendo anche le indicazioni su come raggiungerlo.

Nel suo nutrito programma di conferenze, durante l’ M2M Forum è stato messo in evidenza, oltre all’ambito industriale, anche le tematiche legate alla Smart Health e Industry 4.0.  In particolare, da segnalare le due sessioni:  “Industry 4.0 – la via italiana verso la fabbrica del futuro” realizzata in collaborazione con LAB-IB e SMART UP dell’Università LIUC Carlo Cattaneo e  “Smart Health – risolvere i bisogni assistenziali permanenti con approcci innovativi” realizzata in collaborazione con la Fondazione Don Gnocchi.

Inoltre, è stata presentata una panoramica delle piattaforme tecnologiche per IoT più innovative ed in particolare è stata dedicata una intera sessione dedicata a questi nuovi network “MS2B – LPWA e reti locali a basso consumo: sistemi a confronto e casi concreti di adozione

Anche quest’anno le startup si sono date appuntamento per presentare i loro progetti le loro idee innovative. Infatti, l’11 Maggio ha si è svolto il Pitchfire, ovvero l’incontro tra 13 startup IoT e investitori italiani ed esteri, ma anche rappresentanti di grandi imprese che hanno attivato programmi di Open Innovation.

M2M Forum è stato parte del ricco palinsesto della seconda edizione della Disruptive Week,   che dallo scorso anno racchiude sinergicamente a Milano in un’unica settimana gli appuntamenti nazionali e internazionali dedicati alle tecnologie più innovative e dirompenti, quali Internet of Things, Robotics, Smart, Wearable Technologies, Machine Learning, Blockchain, ecc. (www. disruptiveweek.it).

La Disruptive Week ha rappresentato un utile momento di confronto per individuare e definire nuovi percorsi e approcci al digitale. SAP sta aiutando i clienti a ri-immaginare il proprio business con il più completo portfolio di soluzioni per affrontare con successo un percorso di digital transformation e sfruttare le opportunità che nuovi scenari, come ad esempio l’Internet of Things, offrono”, ha affermato Matteo Losi, Innovation Sales Director di SAP Italia. “SAP HANA Cloud Platform costituisce un importante collegamento tra l’esigenza di un rapido rinnovamento tecnologico e uno scenario di mercato in veloce evoluzione. Grazie a SAP HANA Cloud Platform i nostri clienti e partner hanno la possibilità di collegare qualsiasi oggetto a qualsiasi app o processo di business sia all’interno della propria azienda che del proprio ecosistema. Questo permette il raggiungimento di eccellenze operative prima insperabili, di offrire customer experience uniche per differenziarsi dai concorrenti e di sviluppare prodotti e servizi in linea con i bisogni del mercato”.

Tra le novità 2016 della Disruptive Week, va segnalata la prima edizione dell’IoT Valley Tour, che ha visto oltre 200 professionisti visitare varie aziende e centri di ricerca tra cui Telecom Italia LAB,  Fondazione Don Gnocchi, Camelot e SAP.

Appuntamento dunque all’ anno prossimo, per nuove sfide, parlare di nuovi trend e cogliere importanti opportunità di business e di networking nel mondo dell’IoT e del M2M

 

Informazioni su INNOVABILITY

Innovability dal 2000 è il punto di riferimento italiano della filiera di operatori nel settore delle tecnologie ICT più innovative- in particolare wireless – mobile e IoT – e organizzatore di manifestazioni fieristiche, eventi, convegni e seminari formativi che hanno offerto occasioni di dibattito, confronto, scambio commerciale e networking tra aziende, istituzioni e mercati. Innovability è il partner ideale per disegnare, organizzare e realizzare eventi B2B di successo nel settore delle tecnologie ICT e multimedia.

 

Contatti:

Cristina Pinto
E-mail: cpinto@innovability.it
Mobile: 329 9020204
INNOVABILITY S.r.l.
c/o Villa La Valera
Via Allende 7
20020 Arese (MI)
Tel: +39 02-87156782
www.innovability.it


Share

Software per commercialisti e studi commerciali di nuova generazione

I SOFTWARE PER STUDI DI COMMERCIALISTI MIGLIORANO LA QUALITÀ DEL LAVORO
In un mondo dove ormai le operazioni contabili e fiscali sono digitali, i software per commercialisti si rivelano davvero indispensabili per il lavoro dello studio. Questi programmi hanno proiettato verso il futuro gli studi commerciali di ultima generazione.

I SOFTWARE PER COMMERCIALISTI PERMETTONO DI:

  1. Gestire la contabilità
  2. Gestire i bilanci
  3. Gestire le dichiarazioni dei redditi
  4. Gestire le comunicazioni fiscali

I software integrati garantiscono una maggiore produttività perché tutte le applicazioni sono racchiuse in un unico programma modulare. INTEGRATO GB può essere utilizzato anche in viaggio nella versione Cloud, è disponibile a prezzi molto accessibili e con contratti senza rinnovi forzati.

Sviluppato con soluzioni tecnologiche moderne, il gestionale contabile/fiscale INTEGRATO GB il software per commercialistavolta pagina rispetto agli omologhi di fine ‘900. Lo scambio dati fra applicazioni e moduli avviene automaticamente ed in tempo reale grazie ad una architettura logica e parametrica. Il tutto al servizio di intuitività e velocità di lavoro. Le cose semplici sono sempre le migliori.

PERCHÉ I SOFTWARE PER COMMERCIALISTI INTEGRATI COSTANO MENO DEI NORMALI GESTIONALI AMMINISTRATIVI?

I dati integrati sono condivisi dai vari moduli che compongono il programma e dai processi che lo governano. La condivisione dello stesso dato da parte di varie applicazioni del gestionale crea un collegamento logico e strutturale e quindi procedure automatiche e intuitive.
Perciò un programma realmente “integrato” rende lo scambio di informazioni semplice, automatico e veloce. Dal punto di vista informatico viene evitata la ridondanza delle informazioni: il dato utilizzato è sempre lo stesso e non viene inserito di nuovo in ogni singola operazione, perché recuperato da un unico database.

Integrato GB è integrato di nome e di fatto e grazie al rispetto di queste regole (per noi basilari), beneficia di un’architettura creata per lavorare perfettamente in simbiosi con le aree che lo compongono: Contabilità, Bilancio, Dichiarazioni, Comunicazioni, Antiriciclaggio e Paghe.

I vantaggi di una struttura così snella sono:

  • Velocità di registrazione
  • Aggiornamento dati in tempo reale
  • Interfaccia unica
  • Un’unica piattaforma sulla quale operare
  • Automazione

La piattaforma è stata sviluppata con l’obiettivo di contenere tutte le applicazioni in un’unica interfaccia garantendo una navigazione semplice e veloce: potrai passare da un quadro del dichiarativo alle registrazioni contabili in prima nota semplicemente con doppio click, variare il dato e ritrovarti con il quadro aggiornato in tempo reale, senza ulteriori operazioni.

Software per Commercialisti INTEGRATO GB
GBsoftware S.p.A.
Via F. Cancellieri, 7 06026 Pietralunga (PG)


Share

Get Adobe Flash player